cuoreditela.blogspot.com

13 settembre 2015

Fili senza Tempo - Formigine 12/13 settembre

Di ritorno a casa dalla mia piccola gita a Formigine, iniziata sabato pomeriggio e conclusa circa 24 ore più tardi.
È stata una boccata d'aria in un periodo intenso per molti aspetti.
Ho notato che intorno a questo evento si creano sempre più amicizie, collaborazioni, atmosfere suggestive e foriere di idee.
Non lasciamo le idee nel cassetto: proviamo a realizzarle.
Il tempo è sempre tiranno e non sappiamo cosa ci riserva il domani. Allora viviamo oggi, sul serio godendoci l'attimo. Senza paura di giocare con i nostri giochi da grandi. Iniziamo un ricamo nuovo, mettiamo un bottoncino su quel lavoro, osiamo un accostamento che ci intriga, cimentiamoci in una tecnica nuova.
Lasciamo che la nostra creatività fluisca dalla mente e dal cuore attraverso le nostre mani.
E soprattutto stiamo vicino alle nostre amiche. Non importa che vite abbiamo: facciamola quella telefonata, oppure mandiamo quel messaggio.
Quando tutto il resto va in pezzi, sono le amiche ad aiutarci a rimetterli insieme. Ridendo e piangendo con noi, parlando di amori, di dolori, di figli, di ricami, di colori. Una vita fatta di giorni che condividiamo con chi passa come noi in tutta tranquillità dal discutere di lavoro al commentare un nuovo schema o un nuovo filo. Mentre il tempo si dipana per le sue vie.
E ci ritroviamo di nuovo a Formigine, ognuna con la sua storia intrecciata a quella delle altre, pensando alla vita quotidiana ma anche a come cucire quel bottoncino di legno fantastico appena comprato.
Grazie a tutti, davvero, agli espositori, ai creativi, all'organizzazione. Ma soprattutto grazie alle amiche. Vicine, vicinissime. Poco più in là di un filo colorato.

6 commenti:

  1. dolce Francesca, questo "gioco da grandi " come lo chiami tu, spesso aiuta proprio ad attraversare i periodi balordi, ed è bello giocare con chi ha il coraggio di farlo, ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Spero anche io un giorno di riuscire ad abbracciarti.. Un bacione. Patty

    RispondiElimina
  3. Sei una dolcissima persona, dolcissima e tenace. Peccato non poterti incontrare.

    RispondiElimina
  4. Cara Francesca, ti ho pensato tanto oggi. Io bloccata qui ad Alpignano e tu a Formigine in mezzo a quelle cose così belle.... Poi leggo le tue considerazioni e mi è sembrato di essere stata lì con tutte voi, che conosco solo attraverso "lo strumento del diavolo", come lo definisce il mio compagno. E mi ripropongo di venirci un giorno. Di fare questi 300 km che mi separano da Formigine e di trovarvi lì, e riconoscervi e finalmente conoscervi tutte. E' un sogno, ma ce la farò. E vi abbraccerò tutte, perchè mi riempite la vita di cose belle.

    RispondiElimina
  5. Peccato non averti incontrata ... anche io ero al castello sabato... avevo bisogno di una boccata d'aria per staccare e ricaricarmi... se Tania esaudire la mia richiesta a marzo tornerò all'antico maniero.... .. sei una ragazza speciale... un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  6. Che bello questo post. Non mi vengono altre parole.

    RispondiElimina